Sei una sposa creativa? Scopri come (e se) hai bisogno di un wedding planner

Altrosenso eventi, progettisti, wedding planner, matrimonio, ti serve, hai bisogno, perchè assumere, sposa creativa, faccio da sola4

IN QUESTO ARTICOLO troverai:

Hai mai pensato una di queste frasi?

La wedding planner non mi serve perché non voglio che qualcuno decida per me.

Il matrimonio deve piacere a me, la wedding planner invece sceglie quello che piace a lei.

Sono una persona creativa, riesco da sola ad organizzare e allestire il mio matrimonio.

Se lo hai pensato ti dico questo: hai ragione.

È vero: non hai bisogno di qualcuno che decida per te, sei abbastanza grande per capire da sola cosa ti piace e cosa no. Poi chi meglio di te conosce i tuoi gusti e l’idea che hai in mente per il tuo matrimonio?

Se anche tu hai pensato almeno una di quelle frasi che ti ho scritto sopra, però, significa che qualcuno non ti ha spiegato qual è realmente il compito di un wedding planner. Non è di certo colpa tua se non lo sai, ci mancherebbe, significa semplicemente che ti hanno fatto intendere una realtà che non esiste.

  • Il wedding planner non decide al posto tuo.
  • Il wedding planner (almeno il professionista) non ti impone decisioni che piacciono più a lui che a te
  • Il wedding planner non è un hobbista che ti vende bomboniere e partecipazioni per arrotondare lo stipendio a fine mese

NO, NO e NO! Quello del wedding planner è una professione a tutti gli effetti, non si tratta di un passatempo.

Esistono due tipi di spose.

Esistono infinite sfumature di spose in realtà, sono due però le categorie in cui le divido pensando al tema della creatività.

  • La sposa creativa, che sa dal giorno del suo primo bacio (ok, non importa se vi siete lasciati dal 2003) come sarebbe stato il suo matrimonio. Sa come vorrebbe realizzare il tableau, ha già pensato ai fiori da inserire nel bouquet, ha ovviamente già scelto i colori della sua palette e il tema del suo matrimonio. Inoltre ha una buona capacità manuale, ha sempre amato imparare nuovi hobby e adora il fai da te.

via GIPHY

  • La sposa assolutamente negata con lavoretti, bricolage e quant’altro. Solo l’idea di mettersi lì, personalmente, a tagliare, incollare, fare fiocchi e allestire le fa venire l’orticaria. Non ha proprio tempo per queste cose. È una sposa con le idee chiare, sa quello che le piace e quello che vuole evitare a tutti i costi (nella vita in generale e, ovviamente, anche il giorno del suo matrimonio).

via GIPHY

Ora dimmi: quale delle due spose non può secondo te fare proprio a meno del wedding planner?

Hai pensato alla seconda, vero? Immaginavo.

La risposta è sbagliata: ENTRAMBE hanno bisogno di un wedding planner. Per motivi diversi certo, eppure entrambe possono avere solo benefici contattando una figura che le supporti nell’organizzazione. Ora ti spiego perché.

La sposa creativa

La sposa creativa è quella che più di tutte vuole fare da sola. Fare i lavoretti è una sua passione e vuole che il suo matrimonio la rappresenti, che parli di lei ai suoi invitati. Perché allora affidarsi ad un wedding planner?

Avere un’opinione esterna la aiuterà a rendere tutto più armonico, a dare quindi un senso di completezza e uniformità all’intero evento. Ho conosciuto molte spose creative in questi anni, arrivano in studio con l’idea ben chiara di volerci mettere del proprio e non siamo di certo noi a fermarle. Penso a Nicole ad esempio, che ha realizzato con le proprie mani i fiori di carta che abbiamo utilizzato al suo matrimonio. Il nostro compito in quel caso è stato di aiutarla a definire uno stile, prendere una strada e seguirla fino in fondo per realizzare il risultato finale che aveva in mente.

Abbiamo ben in mente l’obiettivo e lo puntiamo con un’attenzione (passami il termine) più distaccata e fredda rispetto al coinvolgimento e all’emotività che ci mette invece (giustamente) la sposa.

Non dimentichiamoci poi questo dettaglio importantissimo! Il giorno del tuo matrimonio, chi si occupa di allestire ogni angolo che hai pensato e realizzato?

Lo fai tu la notte prima?

Ti allontani un attimo durante il ricevimento per sistemare i dettagli? Tanto chi vuoi che si accorga se manca la sposa?

Oppure lo fai fare a tua mamma o un’amica che dovranno rinunciare così a vedere la tua preparazione o il tuo ingresso in Chiesa?

Mi sembra un dettaglio non trascurabile, sinceramente.

La sposa negata con il fai da te

Chi l’ha detto che ogni sposa, la sera prima del matrimonio, deve mettersi lì a stampare il tableau de mariage? Chi l’ha detto che deve chiudere ad una ad una le sue partecipazioni con tanto di timbro in ceralacca e nome in calligrafia sulla busta?

Essere negati con il fai da te non significa lasciare carta bianca ad un estraneo

A prescindere da questo infatti, ogni sposa decide TUTTO del proprio matrimonio e definisce ogni singolo dettaglio da sola senza nessuna pressione esterna. Anche in questo caso quindi non è il wedding planner a scegliere per lei, quanto piuttosto la aiuta ad analizzare i propri gusti, a capire quello che vuole realmente e a realizzare un matrimonio che la faccia sentire a suo agio.

Come ti dicevo ci sono motivi diversi per cui ogni sposa (creativa o meno) può decidere di assumere un wedding planner. Ora dimmi, tu che sposa ti senti?

Hai letto questo articolo e vuoi piÙ informazioni? Hai una domanda?

Scrivici subito, ti risponderemo in un lampo!

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? DAI UN VOTO!
5/5

ALTRO DAL NOSTRO MAGAZINE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi gratuitamente "l'AltraGuida"

Le guide e i consigli settimanali di AltroSenso che ti aiutano ad organizzare il tuo matrimonio e renderlo perfetto